Osservare, capire ed integrare: presentato il progetto “OBSERMIF: Osservatorio sui Flussi Migratori”

SOGES coinvolta nel partenariato del progetto OBSERMIF, presentato nel Programma Horizon2020. Un osservatorio sui flussi migratori volto ad integrare le competenze dei migranti all’interno del mercato del lavoro degli Stati membri.
Lo stretto di Gibilterra: una colonia inglese in Spagna, di fronte a due colonie spagnole in Marocco, città di spie e di traffico, punto leggendario che ha segnato la “fine del mondo” per secoli e ora potrebbe essere il punto di incontro di due mondi. Ma in 30 anni si sono contati più di 6.000 affogati nel tentativo di attraversare.

La migrazione è la più grande sfida che l’Europa stia affrontando oggi. Sulla percezione e le soluzioni a questo tema si è basata l’ascesa e il declino di governi e partiti politici, le paure irrazionali verso ciò che è fuori dal comune e la xenofobia sono tornate nelle nostre strade, e purtroppo non esiste una direzione chiara che tutti gli Stati membri dell’UE siano concordemente disposti ad intraprendere.

SOGES, insieme ad altri 7 partner provenienti da Spagna, Gran Bretagna, Malta, Serbia, Romania e Bulgaria hanno recentemente presentato un progetto (OBSERMIF: Osservatorio sui Flussi Migratori) che si basa sulla convinzione che la strada verso la ricerca di soluzioni inizi comprendendo le reali problematiche relative alla migrazione, sia attraverso l’osservazione delle tendenze attuali, sia testando approcci dal basso che, se di successo, possono essere trasposti a un livello superiore.

OBSERMIF intende sviluppare un portale che faciliti la registrazione gratuita delle persone migranti, a cui sarà richiesto di dichiarare il loro “profilo di competenze” per poterlo mettere in relazione ai lavori che il mercato del lavoro locale necessita.  Questo portale consentirà inoltre di identificare le lacune formative e di facilitare l’accesso sia a strumenti per la formazione online che ad attività di formazione specifica.

OBSERMIF svilupperà anche uno strumento di supporto alle decisioni, che fornirà alle autorità centrali e locali il feedback necessario per adeguare le loro politiche e procedure per l’integrazione dei migranti.

Una “lettura” sistematica del profilo che caratterizza i flussi provenienti da diverse aree geopolitiche facilita la gestione dell’integrazione dei migranti, di conseguenza può migliorare l’autonomia e l’inclusione sociale e, quindi, la vita di queste persone.

Il progetto è stato presentato all’interno del Programma Horizon2020 nell’ambito del pilastro Sfide per la società https://ec.europa.eu/programmes/horizon2020/en/h2020-section/europe-changing-world-inclusive-innovative-and-reflective-societies . Nel progetto, che dovrà partire all’inizio del 2020, SOGES avrà un ruolo nell’ identificazione delle carenze formative e nella somministrazione di formazione.

% Commenti (1)

Complimenti Mariachiara, hai saputo sintetizzare con molta chiarezza un buon “profilo” del progetto. In qualità di Coordinatore ti ringrazio, anche a nome di tutti i Project Partners.
I miei più cordiali saluti,
Dr Giovanni Falsina

Leave a comment