Nuovi fondi per Erasmus+ subito !

Il Parlamento europeo approva il rifinanziamento di Erasmus+ (e di H2020) e la destinazione di fondi per i danni del maltempo in Italia
Senza arrivare a tessere le lodi della follia, l’invito è quello di smettere di considerare i disturbi mentali un ostacolo per una vita completa. Erasmo da Rotterdam, autore dell'”Elogio della Follia” è anche l’ispiratore del nome del programma Erasmus+.

Non di sola Brexit vive il Parlamento Europeo e non di ricorrenti angherie verso gli stati nazionali discutono gli eurodeputati!

Nella recente sessione plenaria di settembre, il Parlamento ha trattato anche di dichiarazioni e dibattiti su varie altre questioni, tra cui la preparazione del vertice sull’azione per il clima e il vertice sugli obiettivi di sviluppo sostenibile a New York (un programma mondiale di cui anche Soges è partecipante all’interno dello UN Global Compact), l’importanza del ricordo per il futuro dell’Europa, l’attuazione della legislazione antiriciclaggio e ha  approvato una serie di emendamenti al bilancio 2019. Le risorse straordinarie per il budget sono state originate, in modo significativo, dalle mega-multe comminate alle organizzazioni del commercio elettronico, che evadono le tasse su scala planetaria e sono (ahinoi) in grado di pagare ammende miliardarie senza batter ciglio.

Per quanto riguarda Erasmus+, il programma dell’UE per sostenere l’istruzione, la formazione, i giovani e lo sport in Europa, la Commissione ha destinato 20 milioni di euro in più per rafforzare la voce di bilancio “Promuovere l’eccellenza e la cooperazione nel settore europeo dell’istruzione e della formazione e la sua rilevanza per il mercato del lavoro“. Ciò aggiungerebbe il sostegno dei finanziamenti UE alle attività di mobilità, in particolare nel campo dell’istruzione superiore e dell’istruzione e formazione professionale, nonché per i centri di eccellenza professionale. Rafforzerà inoltre l’iniziativa delle università europee, una recente misura sviluppata nell’ambito degli obiettivi dell’area europea per l’istruzione 2025.

Una buona notizia, quindi, anche per i numerosi partner di Soges con cui stiamo elaborando nuove proposte di attività proprio in questo programma, che prevede ancora qualche scadenza prima di terminare la disponibilità della programmazione 2014-2020. Il più recente finanziamento riguarda un progetto di assistenza alla formazione degli operatori impegnati nel sostegno alle persone affette da autismo supportata da una piattaforma multimediale, in collaborazione con Grifo Multimedia e Villa delle Ginestre.

Il Parlamento ha inoltre confermato un emendamento di bilancio che mobilita i finanziamenti disponibili attraverso il fondo di solidarietà d’emergenza dell’UE per aiutare l’Austria, l’Italia e la Romania nei loro sforzi di ripresa a seguito di inondazioni ed eventi meteorologici estremi.

Post Correlati

Leave a comment